Fontanasanta Manzoni Bianco Foradori | Greenwine.it
Fontanasanta Manzoni Bianco Foradori

Fontanasanta Manzoni Bianco 2019

Foradori


€ 24,50

1
Prodotto esauritoProdotto esaurito
Tipologia:
Bianco
Certificati:
Annata:
2019
Grado Alcolico:
12.0 %Vol
Formato:
0.750 Lt
Lieviti:
Indigeni
Affinamento:
12 mesi in Botte di Acacia
Abbinamenti:
Formaggi Freschi , Grigliata di Pesce , Pizza , Primi piatti di pesce , Zuppe di pesce
Bottiglie prodotte:
25
Temperatura di servizio:
8-10 °C
Decantazione:
No
Note:
Contiene Solfiti

Descrizione vino

La collina sovrastante Trento, con i suoi terreni argilloso-calcarei accoglie i vitigni di Manzoni Bianco dell'azienda di Elisabetta Foradori e ne fa maturare le uve a fine settembre. È così che questo incrocio, nato dall’unione del Riesling Renano con il Pinot Bianco, riesce a far esprimere il carattere delle vigne di Fontanasanta. La sua capacità di evolvere nel tempo richiede pazienza; il Fontanasanta Manzoni Bianco è un vino che si può bere subito ma che saprà raccontarsi anche dopo almeno due o tre anni dalla vendemmia. La fermentazione del Fontanasanta Foradori avviene ad opera di lieviti indigeni con macerazione su buccia in vasche di cemento. Successivamente affina in botti di acacia per 12 mesi. Nessuna chiarifica o filtrazione prei-mbottigliamento.

Note di degustazione

Il Fontanasanta Manzoni Bianco 2019  Foradori si presenta con un bel colore giallo paglierini carico, limpido e di grande intensità luminosa. Al naso è ampio, complesso con sentori di scorza d'agrume che colpiscono subito per poi cedere il passo alla frutta esotica, ma anche a belle note minerali e floreali. In bocca è intrigante, ricco soprendentemente beverino, con note minerali e saline che chiamano subito ad un abbinamento con ricette di pesce più o meno complesse. Intenso, ampio e armonioso è un vino da tenere sempre in cantina per le occasioni improvvise.


Effettua il login oppure registrati per poter lasciare la tua recensione.

La cantina

Foradori

Elisabetta Foradori è soprannominata ‘la signora del Teroldego’, suo è infatti il merito per aver rivalutato questo vitigno trentino, uno dei tanti motivi per cui è considerata una delle donne più importanti e influenti del panorama enoico italiano. E' grazie a lei che anche altri vitigni autoctoni trentini come la Nosiola e il Manzoni Bianco stanno riscontrando grande successo.

Scopri di più

Cantina Foradori

Ultimi Articoli blog

Le Malattie e le Alterazioni del Vino

Le malattie del vino e le sue alterazioni sono problematiche che si riscontrano in cantina sempre meno di frequente. Se infatti abbiamo definito i difetti dei … [leggi]

 

I Difetti del Vino

L'enologia è una materia di studio relativamente giovane e studiata attivamente nelle università da poco tempo. Gli studi empirici dei grandi vignaioli proseguono invece da … [leggi]

 

Prosciutto e Melone: quale vino abbinare?

E' il re dei piatti estivi, quello più diffuso, quello più amato e quello più antico di tutti! Ebbene si, seppur proposto anche dai migliori ristoranti … [leggi]